martedì 20 febbraio 2018

Ciambella rustica, ricetta facile e veloce

ciambella-rustica

 Ricetta torta (ciambella) rustica

Come già saprete odio troppo gli sprechi e allora ecco qui una ricetta svuota frigo, una buonissima torta salata o meglio, una ciambella salata, un rustico davvero buonissimo, ideale sia come antipasto che come secondo piatto e perfetto se arrivano ospiti non attesi!
Per il ripieno ho utilizzato prosciutto, pancetta, uova sode e wurstel, ovviamente potrete variarlo a vostra scelta.
Ho utilizzato uno stampo in silicone per realizzare questo ciambellone rustico e devo dire che ha fatto abbastanza bene il suo lavoro.
Ingredienti
350 grammi di farina 00
Una bustina di lievito istantaneo
150 ml di latte
4 uova
Pepe q.b.
Sale q.b
30 grammi di formaggio parmigiano grattugiato
50 grammi di prosciutto cotto a cubetti
2 uova sode tagliate a pezzetti
4 wurstel tagliati a pezzetti
50 grammi di pancetta a cubetti
70 ml di olio di semi di girasole
Procedimento
In una ciotola,  con una frusta elettrica lavoriamo le uova con il sale ed il pepe.
Aggiungiamo anche l'olio e continuiamo a mescolare con la frusta e aggiungiamo anche la farina con il lievito, mescoliamo fino ad ottenere un composto omogeneo.
Ora, incorporiamo il ripieno, mescolando con una spatola, partiamo dal formaggio, poi le uova, la pancetta, il prosciutto e i wurstel.
Versiamo in una tortiera o stampo per ciambella, infarinato e imburrato ed inforniamo in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti, ovviamente i tempi di cottura sono indicativi.


torta-salata

ciambellone-salato

torta-rustica

torta-rustica

ciambella salata

Leggi Tutto..

sabato 3 febbraio 2018

Semifreddo con wafer, con video ricetta, solo 4 ingredienti

GUARDA IL VIDEO
tronchetto


Ricetta dessert semifreddo con wafer

Oggi per voi un nuovo semifreddo, un esperimento riuscito molto bene, realizzato per accontentare tutte le ragazze che mi avevano chiesto un dessert dolce, facile e veloce, senza mascarpone e/o latte condensato.
Per questo tronchetto vi serviranno solo tre ingredienti, più un po' di cacao per poterlo decorare oppure potete decorarlo seguendo i vostri gusti.
Volendo potete anche ricoprirlo di crema alle nocciole, io ho preferito il cacao visto che già i wafer rendono questo dolce bello ricco di sapore.
Per il mio tronchetto di wafer, ho creato solo due strati di wafer, perché ho utilizzato uno stampo da plumcake lungo ma poco alto, quindi volendo, se avete uno stampo diverso, potrete creare più strati.
E' un dolce perfetto non solo d'estate, perché essendo ricco di biscotti non è un gelato, ma solo un semifreddo.
Va conservato in freezer perché altrimenti il budino con la panna tenderebbe a sciogliersi troppo.
Ma bando alle ciance e vi lascio alla video ricetta e per non perdere i prossimi video iscrivetevi al mio canale youtube, tra l'altro ad ogni singola iscrizione sono sempre felicissima :)

Ricetta semifreddo con wafer di Carmy


Ingredienti
300 grammi di panna montata
170 grammi di wafer
300 grammi di budino al cioccolato
Procedimento
In una ciotola aggiungete la panna montata ed il budino al cioccolato, mescolate con movimento che vanno dal basso verso l'alto.
Prendete uno stampo da plumcake e foderatelo con della pellicola trasparente.
Alternate uno strato di crema con uno strato di wafer, cercando di allineare per bene i biscotti.
Ricoprite con pellicola e fate riposare in freezer almeno quattro ore.
Decorate con un po' di cacao amaro.

Se rifate il mio semifreddo con wafer scattate una foto e taggatemi o aggiungete l'hashtag #LeRicetteDiCarmy :)


semifreddo-con-wafer

Leggi Tutto..

mercoledì 31 gennaio 2018

Ricetta graffe napoletane

graffe-napoletane


Ricetta graffe, ciambelle fritte con zucchero 


Una ricetta che non era in programma, ma ieri sera, dopo aver pubblicato video e foto su instagram stories con queste delizie sono stati molti i messaggi in cui mi chiedevate la ricetta e allora eccola qui, la ricetta delle graffe napoletane, tramandata dalla nonna, che in realtà non aveva origini napoletane ma toscane, ma essendo vissuta qui e amando cucinare ha appreso ben presto come preparare tutti i dolci e i piatti tipici. Purtroppo quando sono nata lei già non era più in vita ma direi che mi ha lasciato tutta la sua passione per la cucina e tante ricette che adoro, come questa :)


 Ma cosa sono le graffe napoletane? 

Le graffe napoletane sono delle ciambelle fritte ricoperte di zucchero, molto soffici sopratutto grazie alla presenza delle patate tra gli ingredienti


 La ricetta delle graffe napoletane tramandata dalla nonna


 Ingredienti
 250 grammi di farina
 Un uovo 
 Un cubetto di lievito di birra 
 50 grammi di zucchero
 Mezzo bicchiere d'acqua tiepida
 2 o 3 patate lessate e schiacciate

 Procedimento 
 Aggiungiamo le patate già lessate e schiacciate in una ciotola, devono essere tiepide.
 Aggiungiamo l'uovo e iniziamo a mescolarlo con le patate, poi aggiungiamo lo zucchero, poi il lievito (sbriciolandolo) e l'acqua, in alternativa potete sciogliere il lievito nell'acqua e poi versarla all'impasto, lavoriamo il tutto e aggiungiamo anche la farina. 
 Impastiamo per bene e quando la pasta sara' bella compatta diamo vita alle nostre graffe. Basta tagliare l'impasto in strisce ed arrotolarle tra le mani per poi far unire le due estremità, andando a creare la forma che vedete nella foto.

 Questo è il metodo più veloce, in alternativa potete dare delle forme più rotonde o anche potreste direttamente dar vita a dei bomboloni, tra l'altro trovate proprio una mia vecchia ricetta sui bomboloni su youtube, gli ingredienti erano gli stessi, idem l'impasto, cambia solo la forma ed ovviamente quelli erano farciti, potete CLICCARE QUI  per vederla, ma non vi aspettate un video in HD perché ha più di sei anni.
 Poniamo le graffe su un canovaccio o su una teglia in un luogo abbastanza caldo, ricoprendole, e lasciamole lievitare per almeno un ora. 
 Poi friggiamole in olio bollente, poniamole su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso e tuffiamo ognuna nello zucchero. 
 Sono buone sia calde che fredde!

 

graffe-napoletane



graffe-napoletane

Leggi Tutto..

lunedì 29 gennaio 2018

L'ABC della merenda ora è anche dolce!

L'ABC della merenda

L'ABC della merenda dolce di Parmareggio

Oggi torno a parlarvi di Parmareggio, con una novità che farà felice chi ama la dolcezza quanto me :)
Sicuramente già conoscerete molto bene L'ABC della merenda, un piccolo KIT in cui sono racchiusi tre prodotti essenziali per uno spuntino buono e nutriente, nello specifico contiene un prodotto a base di parmigiano, dei grissini o frutta secca ed un frullato 100% frutta.
Bene,  a questi kit salati, disponibili in 4 versioni, si aggiunge una versione dolcissima, che personalmente apprezza molto e sono certa che l'apprezzeranno anche i vostri bambini, le mie nipotine ne vanno già matte!
Questa nuova versione dolce, nata grazie alla collaborazione tra Parmareggio l'esperto di alimentazione e nutrizione Dott. Giorgio Donegani, è composta da un Plumcake prodotto con una ricetta esclusiva Parmareggio, e un frullato 100% frutta, al gusto di pesca. L'ABC della merenda dolce ha  le stesse caratteristiche nutrizionali delle altre versioni, perché ha la giusta quantità di proteine, carboidrati e grassi, garantendo il giusto apporto energetico per affrontare alla grande la giornata.
Per quanto mi riguarda lo trovo perfetto anche per la colazione, il plumcake è davvero molto buono, così morbido che sembra quasi sfornato da poco, insomma una merenda sia dolce che sana, perfetta per chi alla dolcezza non riesce proprio a rinunciare! 
Un plumcake che si differenzia dagli altri in commercio, perché tra gli ingredienti c'è proprio il buonissimo Parmigiano Reggiano che regala gusto e tante proteine!
Anche questa merenda non va conservata in frigo quindi perfetta anche da tenere in borsa per noi golosone e nello zaino per i più piccoli.
Per maggiori info cliccate qui


Leggi Tutto..

sabato 13 gennaio 2018

Come realizzare un dolce goloso con il pandoro

GUARDA IL VIDEO

Ricetta  zuccotto di pandoro con panna, cioccolato, crema al pistacchio e alle nocciole


Le feste ormai sono finite e oltre a lasciarci un po' di malinconia e qualche chiletto in più da smaltire, di certo ci hanno anche lasciato qualche pandoro e allora perché non utilizzarli per realizzare qualche dolcino goloso?
Il classico pandoro farcito non va di certo bene, troppo fuori tema, meglio trasformarlo in un buonissimo zuccotto!
Io ho deciso di farcirlo con un gelato fatto in casa molto particolare, una sorta di stracciatella variegata al pistacchio, ma ovviamente potrete seguire i vostri gusti e se non amate il gelato potrete optare per un classico ripieno con mascarpone.



Ingredienti per una pirofila con con diametro sopra di 21 cm e una base di 8 cm
Qualche fetta di pandoro
300 gr. di panna
170 gr. di latte condensato
200 gr. di crema al pistacchio
300 gr. di crema alle nocciole
Un po' di liquore vov
Gocce di cioccolato al latte q.b.
Scaglie di cioccolato bianco q.b.
Latte q.b.
Procedimento
Prepariamo il nostro gelato, mescolando il latte condensato con la crema al pistacchio ed il liquore ed incorporando la panna e aggiungendo le gocce di cioccolato.  
Facciamolo riposare in freezer almeno una mezz'ora.
In una pirofila coperta da pellicola trasparente andiamo a creare il nostro zuccotto di pandoro, semplicemente andando a tagliare
a fette il pandoro, ponendo sul fondo della pirofila la fetta superiore del pandoro ed intorno altre fette, ma tagliate a metà e bagnamo il tutto con un po' di latte. 
Ora farciamo con il gelato  e richiudiamo la nostra cupola con la fetta di base del pandoro.
Facciamo riposare in freezer un minimo di 4 ore.
Infine decoriamolo a nostro piacere, io ho optato per crema alle nocciole e scaglie di cioccolato bianco.
Se rifate la ricetta, scattate una foto e condividetela, taggatemi o utilizzate l'hashtag #LeRicetteDiCarmy.

Per altre video ricette, seguimi su Youtube :)

pandoro-farcito-zuccotto

pandoro farcito

Leggi Tutto..

mercoledì 3 gennaio 2018

Tartufi ripieni di crema alle nocciole

GUARDA IL VIDEO

Tartufi preparati, con pavesini, caffè e crema alle nocciole

Una ricetta semplice e golosa, che potreste preparare anche insieme ai vostri bambini, dei golosi  tartufi al caffè, ripieni di crema alle nocciole. 
Li ho realizzati utilizzando i pavesini al caffè, perché li trovo assolutamente perfetti, sopratutto se come me siete caffè dipendenti, in alternativa potete utilizzare quelli classici oppure i savoiardi e per bagnare potrete optare per il latte
Ingredienti
125 grammi di pavesini al caffè
250 grammi di mascarpone
100 grammi di zucchero
Un bicchierino di caffè raffreddato e già zuccherato
Cacao amaro q.b.
Crema alle nocciole q.b.
Procedimento
In una ciotola lavoriamo a crema il mascarpone con lo zucchero, poi aggiungiamo il caffè ed il liquore e mescoliamo per bene, infine
aggiungiamo i pavesini sbriciolati e amalgamiamo il tutto e lasciamo in freezer per 15 minuti circa.
Diamo vita ai tartufi ed al centro di ognuno aggiungiamo la crema alla nocciola ed ovviamente tuffiamoli nel cacao.
Lasciateli riposare un po' in frigo e prima di mangiarli o di servirli rituffateli nel cacao.
Se rifate la ricetta, scattate una foto e/o taggatemi o utilizzate l'hashtag #LeRicetteDiCarmy
tartufi al caffè e nutella

tartufi al caffè e nutella

tartufi al caffè e nutella

Leggi Tutto..

mercoledì 13 dicembre 2017

Con Eurospin, piatti da cinque stelle sulle nostre tavole!



eurospin

 Le Nostre Stelle di Eurospin

Oggi eccomi qui che torno a parlarvi di Eurospin, che ormai è il punto di riferimento per la mia spesa, perché conosce benissimo le esigenze di noi clienti! 
Infatti è arrivata la linea di prodotti 'Le nostre stelle', una selezione di prodotti eccellenti, scelti con attenzione alla provenienza e alla lavorazione delle materie prime,  infatti molti di questi hanno marchi DOP, IGP e STG. 
Questo ci consente di realizzare dei piatti ancora più buoni, perché con ingredienti di qualità i sapori sono tutta un'altra musica, parola di chef Marcello Leoni che ha proprio realizzato una serie di ricette in collaborazione con Eurospin, utilizzando solo ingredienti della selezione 'Le Nostre Stelle'.
Io ovviamente, sono subito andata a sbirciare queste ricette e ne ho scelta una a cui ispirarmi, la Millefoglie di piadina con Provolone Valpadana DOP Piccante e Patè alla Cipolla Rossa di Tropea.
Il formaggio e il patè di cipolla, hanno un sapore così inteso, che ho deciso di variare un po' la ricetta, infatti l'originale prevede più strati di piadina e più strati di formaggio, insalata e cipolla, io ho preferito creare una piadina più grande ma a soli due strati e vi assicuro che è di una bontà unica!eurospin
Per altre ricette e maggiori info su Le Nostre Stelle, cliccate qui   #lenostrestelle


Presentazione di Marcello Leoni from Eurospin Italia on Vimeo.
Leggi Tutto..