Carmy in cucina - Food blogger Napoli - Ricette facili e veloci

Carmy in cucina, ricette di cucina facili e veloci ,con foto e video tutorial, food blog di Carmen Cotugno, food blogger di Napoli.

Cerca nel blog

Torta fredda monoporzione allo yogurt

 

Torta fredda monoporzione allo yogurt

La torta allo yogurt è il must eat per ogni estate e non solo, perché fresca, golosa e leggera, però questa è una versione ancora più veloce, perché non prevede l'utilizzo della colla di pesce e si tratta non di una torta grande ma di una versione monoporzione.

Io in genere però non ne realizzo mai solo una, anche perché una volta pronte le tengo in freezer e quando ho voglia ne tiro fuori una!

Ovviamente c'è bisogno di stampi a cerniera molto piccoli, io li ho acquistati lo scorso anno su Amazon ma credo che possiate trovarli anche nei negozi di casalinghi.

E se proprio non li trovate non importa, volendo potreste creare delle versioni ancora più piccole con dei semplici stampi per i muffin oppure potreste utilizzare dei stampi quadrati piccoli o dei contenitori piccoli in alluminio ecc.

Insomma, per realizzare queste mini cake fredde allo yogurt non dovete per forza correre a fare shopping.

Per la base ormai ho preso gusto ad utilizzare le merendine al posto dei soliti biscotti, così come ho fatto nella precedente ricetta con la torta gelato, questa volta ho optato per le merendine Freddi Dolcetto alla vaniglia.

Ingredienti per realizzare tre torte monoporzione allo yogurt

250 grammi di yogurt ( io lo utilizzo alla vaniglia)
6 merendine
250 grammi di panna montata e zuccherata
2 Cucchiai di zucchero a velo vanigliato
Scaglie di cioccolato q.b.


Procedimento per realizzare la nostra mini cake allo yogurt

Innanzitutto foderiamo con della carta forno le basi delle nostre piccole tortiere, aggiungendo su ognuna una o due merendine tagliate a pezzi e con un cucchiaio o una spatola facciamo pressione per compattare la base della torta allo yogurt.


Lasciamo ora le tortiere in freezer per almeno dieci minuti.




A questo punto aggiungiamo lo zucchero a velo nello yogurt e mescoliamo per rendere lo yogurt ancora più cremoso.


Aggiungiamo il tutto alla panna montata, mescoliamo con movimenti che vanno dal basso verso l'alto.


Riprendiamo le tortiere, aggiungiamo il composto, ricopriamo con pellicola trasparente e lasciamo in freezer almeno 5 ore.



torta fredda cameo



Una volta pronte aggiungiamo scaglie di cioccolato.


Torta fredda allo yogurt

Torta fredda monoporzione allo yogurt

Leggi Tutto..

Torta gelato fatta in casa

 

torta gelato

Una torta gelato fatta in casa è proprio quello che ci vuole nei mesi caldi e non solo, infatti vi confesso che qui al gelato non rinunciamo proprio mai, neppure d'inverno.

In genere per questo tipo di torta fredda siamo tutti un po' abituati ad utilizzare i biscotti secchi per la base, andando ad aggiungere del burro sciolto, un po' come siamo abituati a fare con le cheesecake oppure con le torte fresche allo yogurt.

Invece io ho voluto utilizzare delle merendine, nello specifico ho utilizzato i Dolcetto al cacao della Freddi Dolciaria, perché hanno un ripieno bello goloso ed un pan di spagna bagnato al punto giusto.

Volendo potreste utilizzare le vostre merendine preferite, ma devono sempre avere una consistenza con pan di spagna, altrimenti per creare la base avrete ugualmente bisogno del burro sciolto.

Per quanto riguarda il gusto di questa torta fredda fatta in casa, ho optato per del gelato alla crema di nocciole, ma non dal sapore troppo intenso, anche perché c'è già una base molto golos.

Ovviamente seguite i vostri gusti se preferite un altro tipo di gelato, qui sul blog trovate davvero tante ricette, una buona alternativa sono il gelato kinder bueno, il gelato al cioccolato bianco e quello alle mandorle.

Ingredienti per realizzare la torta gelato con uno stampo del diametro da 18 cm

Per il gelato:
400 gr. di panna montata già zuccherata
160 ml di latte condensato
Qualche goccia di aroma alla vaniglia 
3 cucchiai di crema alle nocciole
Un pizzico di liquore strega o vov (facoltativo)

Per la base della torta gelato:
5 merendine
2 cucchiai di nutella

Procedimento per realizzare la torta gelato

Innanzitutto foderiamo la base della tortiera con della carta forno.

Aggiungiamo le merendine, tagliandole a piccole pezzi e compattando aiutandoci con una spatola o con le mani.

Spalmiamo sulla base della nutella o altra crema alle nocciole e lasciamo la tortiera dieci minuti in freezer.


torta gelato
torta gelato alla nutella

Nel frattempo prepariamo il gelato alla nutella

Aggiungiamo nel latte condensato un po' di aroma alla vaniglia ed un po' di liquore strega( o Vov) e mescoliamo per bene.

Aggiungiamo anche la nutella, mescoliamo ed incorporiamo il tutto nella panna, con movimenti che vanno dal basso verso l'alto per non smontarla troppo.

Comunque sul blog trovate anche il video tutorial per il gelato alla nutella.

Riprendiamo la tortiera, aggiungiamo il gelato, ricopriamo con pellicola trasparente e facciamo riposare in freezer almeno 7 ore.

Io in genere la preparo la sera prima per farla riposare tutta la notte.

Prima di servirla decoratela come volete, io ho aggiunto dei confettini di cioccolato, creando la scritta Freddi, quindi potreste scrivere altro per adattarla ad un compleanno o altra festa.

gelato alla nutella


torta gelato







torta gelato

torta gelato

torta gelato




Leggi Tutto..

La migliore raclette grill

La migliore raclette grill

Se anche voi avete sempre desiderato avere la migliore raclette grill per poter preparare delle pietanze saporite e deliziose da godere in compagnia della famiglia o degli amici, sappiate che sul mercato sono presenti diversi modelli tra i quali scegliere, che sapranno sicuramente conquistarvi, grazie alle loro caratteristiche, che andremo a vedere assieme. 

La potenza 

La potenza media di una raclette grill si aggira tra gli 800 e il 1500 Watt. 

Una potenza più elevata vi permetterà sicuramente di velocizzare il processo di cottura dei cibi che andrete a sistemare sulle diverse piastre del grill, ma di contro andrete necessariamente a dover affrontare una spesa maggiore in termini di consumo di energia elettrica. 

Valutate quindi sempre bene quanto spesso andrete ad utilizzare questo elettrodomestico, in modo da non avere spiacevoli sorprese nella bolletta. 

Il peso e la dimensione 


Anche per quanto riguarda la dimensione della raclette grill ci troviamo di fronte ad una scelta piuttosto soggettiva. 

In base a dove andrete ad utilizzare questo interessantissimo prodotto avrete bisogno di un modello più piccolo nel caso in cui preferiate utilizzarlo nella vostra cucina o di un modello più grande se preparerete un pranzo all’aperto per diversi ospiti. 

Valutando le diverse possibilità potreste comunque anche scegliere di acquistare più di una raclette grill, dato che il costo è tutto sommato molto contenuto, soprattutto se non avete l’esigenza di scegliere il top di gamma.
 

Le differenti piastre 

Avere differenti piastre a vostra disposizione, per cucinare nello stesso momento diverse pietanze che richiedono magari diversi gradi di cottura, è davvero molto interessante e vi permetterà di servire una cena completa, senza rischiare di dover mangiare qualcosa di freddo. 

La scelta delle piastre resta comunque molto soggettiva dato che sarete voi, in base alle vostre esigenze o le vostre preferenze, a scegliere quale sia la composizione ideale per i vostri pranzi o per le vostre cene. 

Il materiale da cui è composto 


Che si tratti di ghisa, acciaio inox, vetro temperato o un qualsiasi materiale antiaderente, cosa decisamente più importante è che il materiale utilizzato per la realizzazione di un raclette grill sia effettivamente di qualità, poiché è importante che resista nel tempo e che non vada ad intaccare con delle micro particelle dannose il cibo che andrete a mangiare. 

Il termostato 


Fondamentale il fatto di avere un termostato professionale da poter regolare in base a quelle che sono le pietanze che andrete a cucinare e alla cottura desiderata da ognuno dei vostri commensali. 

Più vasta sarà la possibilità di scelta e migliore sarà il risultato finale. 

Il prezzo di vendita 

Una buona notizia per tutti coloro i quali si sono convinti ad acquistare una raclette grill. 

Il prezzo di vendita non è affatto elevato. 

Per poter avere un modello base bastano infatti soltanto circa € 40, mentre per avere un modello professionale non si va comunque spendere una cifra eccessiva. 

Considerazioni finali 

Se, conoscendo tutti i suggerimenti / informazioni utili che ti abbiamo fornito, sei ancora perplesso su cosa cercare quando fai acquisti, ecco un bell'elenco di raclette grill.
Leggi Tutto..

Gelato al burro di arachidi fatto in casa

 

Gelato al burro di arachidi fatto in casa

Ricetta gelato al burro di arachidi

Chi ama il burro di arachidi deve assolutamente provare la ricetta di questo gelato al burro di arachidi, che come tutti gelati presenti su questo food blog è davvero semplice da realizzare e non richiede l'utilizzo di uova.

Per realizzarlo ovviamente io ho utilizzato il burro di arachidi fatto in casa, se vi siete persi il video tutorial eccolo qui in basso, una versione ovviamente dolce rispetto a quello tradizionale americana, ecco perché con il gelato ci sta davvero bene.

E a dirla tutta ho anche utilizzato il latte condensato fatto in casa, se avete latte e zucchero a velo, allora potrete prepararlo anche voi.

Come sempre ho preferito la panna vegetale, quindi già zuccherata, ma volendo potete utilizzare quella fresca.

E per decorarlo di certo non mancano le arachidi, rigorosamente crude, che tra l'altro potreste inserire anche all'interno del gelato.

Ingredienti per realizza il gelato al burro di arachidi

500 ml di panna montata
300 ml di latte condensato
3 cucchiai di burro di arachidi
Un pochino di liquore (io utilizzo l'anice)
Noccioline crude q.b.

Procedimento

In una ciotola aggiungiamo il latte condensato ed il burro di arachidi, con una forchetta mescoliamo per bene ed aggiungiamo anche il liquore.

Versiamo il tutto nella panna e mescoliamo con una spatola con movimenti che vanno dal basso verso l'alto.

Aggiungiamo il gelato al burro di arachidi in un contenitore e lasciamolo in freezer almeno sei ore.

Una volta pronto, servitelo in coppette o in coni gelato, decorandolo con arachidi crude o altro.
gelato alle arachidi

Provate anche queste ricette di gelati fatti in casa, senza uova:





Gelato al burro di arachidi fatto in casa

Leggi Tutto..

Essiccatore per alimenti, dieci motivi per acquistarlo

essiccatore elettrico spice

Gli elettrodomestici in cucina non sono mai abbastanza ed oggi voglio darvi ben dieci motivi per acquistarne uno, nello specifico lo spice essiccatore elettrico, che tra l'altro al momento è in offerta a 29,99 euro e pagando solo 10 euro in più possiamo acquistarlo con un'estensione di garanzia di ben tre anni.

1 Frutta e verdura avranno una vita decisamente più lunga 

L'essiccatore per alimenti consente di regalare lunga vita a frutta e verdura, che in genere purtroppo se non consumati entro un tot di giorni diventano immangiabili ed invece essiccandoli potremo gustarli per tanti mesi.

2 Snack sani e naturali fatti in casa

Con l'essiccatore elettrico potremo avere sempre una scorta di snack naturali e ricchi di vitamine, perché avere a disposizione frutta e verdura essiccate, vuol dire avere a portata di mano uno spuntino sano che oltre che buono andrà anche a rafforzare le nostre difese immunitarie.

3 Più livelli per essiccare più alimenti contemporaneamente 

Questo essiccatore permette di essiccare diversi alimenti nello stesso momento, infatti ha ben cinque scomparti, quindi in ognuno si può aggiungere un determinato alimento.

4 Gli alimenti essiccati preservano ogni proprietà

Il modo migliore per conservare senza alterare le proprietà degli alimenti è essiccarli, perché non dovremo utilizzare nessun tipo di conservante.

5) Ideale per chi segue un'alimentazione sana 

L'essiccatore per alimenti è must have per chi è a dieta o segue uno stile di vita sano, per lo stesso motivo menzionato sopra, perché essiccare vuol dire mantenere ogni singola proprietà e beneficio, infatti un frutto che viene cotto e non essiccato, perde parte delle sue vitamine e/o proteine, ad esempio tra una mela caramellata e delle chips di mela essiccate, solo quest'ultime preservano intatti tutte i principi attivi della mela.

6) Mangiare la frutta preferita, anche fuori stagione

Poter mangiare frutta anche al di fuori della sua stagione è il motivo principale per cui personalmente amo utilizzare l'essiccatore elettrico per alimenti, ad esempio essicco le fragole, per poterle poi gustare in qualsiasi momento dell'anno.

7) Si risparmia in bolletta

E' un elettrodomestico a risparmio energetico, quindi non si rischia di ritrovare cattive sorprese in bollette a causa del suo utilizzo, anche perché riesce a sfruttare il riciclo dell'aria calda che produce.

8) Dar vita a idee regalo da mangiare

I regali fai da te sono i più apprezzati e grazie a questo elettrodomestico potrete optare per delle idee regalo gustose, infatti ad esempio potrete riempire cestini o barattoli con tanta frutta e/o verdura essiccata, ovviamente basandovi sui gusti del destinatario del regalo.

9) Utilizzabile anche per l'alimentazione dei nostri cuccioli

L'essiccatore per alimenti è utile anche per i nostri amici a quattro zampe, infatti è possibile essiccare la carne per i nostri cuccioli e dar vita a dei bocconcini naturali e sani.

10) Utilizzo molto facile ed intuitivo

Anche se fino a poco tempo fa gli essiccatori venivano utilizzati solo dai professionisti del settore food, ad esempio nei ristoranti ed agriturismi, l'essiccatore per alimenti spice che è appunto destinato principalmente ad un utilizzo casalingo è davvero semplice da utilizzare e permette anche di regolare la temperatura.



Leggi Tutto..

Gelato alle mandorle, senza uova e senza gelatiera

gelato alle mandorle

Gelato alle mandorle fatto in casa

Il mio gelato alle mandorle è davvero buono e se seguirete questa ricetta vi renderete conto che è estremamente semplice da preparare, infatti non necessita di una gelatiera.

Ovviamente non contiene uova, così come tutti gli altri gelati che troverete qui sul mio food blog e tra i più amati spicca il gelato kinder bueno, a mio avviso molto più buono dell'originale, seguito dal gelato oreo, altrettanto goloso.

Per molti questo non è un gelato ma un semplice simifreddo, perché non contiene uova, ma invece io vi assicuro che è un gelato furbo che una volta provato non potrete fare a meno di prepararlo tantissime volte.

La presenza del liquore serve a dare maggior cremosità al gelato, in modo che non geli del tutto, io vi consiglio di utilizzare il liquore Vov, che infatti è il più indicato anche perché contiene uova, ma in alternativa potete utilizzare altri liquori dal sapore non troppo forte, io ho utilizzato l'anice.

Il gelato alla mandorla può essere decorato in tantissimi modi, in primis con le mandorle stesse come ho fatto io con la granella di mandorle, ma è perfetto anche con le gocce di cioccolato bianco oppure vi basterà solo seguire i vostri gusti.

Il vero segreto della bontà di questo gelato è la presenza tra gli ingredienti della crema bianca alle mandorle, facilmente reperibile presso i supermercati Conad, altrimenti in alternativa potrete utilizzare lo sciroppo di mandorle, almeno 3 cucchiai.

Io l'ho serviti in coppette di cialda, ma anche in questo caso la decisione spetta solo a voi.

Ingredienti per il gelato alle mandorle

500 ml di panna montata già zuccherata
300 ml di latte condensato
2 ml di aroma alle mandorle
3 cucchiai di crema bianca mandorle e latte
Un po' di liquore (Vov o anice)
Granelle di mandorle q.b.

Procedimento per il gelato alle mandorle fatto in casa

Innanzitutto montiamo la panna, io come sempre utilizzo quella vegetale e lasciamola un po' in frigo a raffreddare.

Nel frattempo in una ciotola aggiungiamo il latte condensato e l'aroma alle mandorle e mescoliamo per bene.

Poi aggiungiamo prima la crema bianca mandorle e latte e poi il liquore ed amalgamiamo per bene il tutto.

gelato mandorle

Aggiungiamo la nostra crema alla panna montata ed incorporiamo con una spatola, con movimenti che vanno dal basso verso l'altro, per evitare che la panna smonti troppo.

Versiamo il gelato alla mandorla in un contenitore e lasciamolo in freezer per almeno sei ore, io in genere lo preparo il giorno prima.
gelato alle mandorle
Se lo servite in coni o bicchierini in cialda come ho fatto io, potrete aggiungere un po' di cioccolato sciolto o nutella sulla base.

Provate anche:


 


gelato alla mandorla

gelato alle mandorle

gelato alle mandorle senza uova


Leggi Tutto..